Come si usa lo spazzolino manuale

come si usa lo spazzolino manuale

Cosa troverai in questo articolo

Picture of Dott. Andrea Marchisio

Dott. Andrea Marchisio

Igienista dentale

Esperto nel trattamento e cura della parodontite e trattamenti laser
Perfezionamento Terapie Laser Assistite presso Università di Genova

Oggi spiegheremo come si usa il più classico degli strumenti per l’igiene orale domiciliare, utilizzato da tutti da migliaia di anni, lo spazzolino manuale.

Qual è il movimento corretto e la sequenza giusta di utilizzo? Quali modelli è meglio acquistare? Meglio avere una durezza delle setole, dure, medie oppure morbide?

Andiamo a sviscerare questo argomento, inoltre metterò come al solito un video da me realizzato su come si utilizza lo spazzolino manuale.

Parte pratica: come si usa lo spazzolino manuale

Consiglio sempre di iniziare a pulire i denti seguendo un ordine/schema ripetibile ogni volta, che permetta di non dimenticarsi delle zone della bocca.

Esempio:

  • iniziate dall’arcata superiore
    1. pulire a bocca aperta prima tutte le zone esterne
    2. pulite tutte le zone interne
    3. pulite le zone masticatorie dell’arcata superiore

  • ripetete il medesimo procedimento con l’arcata inferiore
    1. pulire a bocca aperta prima tutte le zone esterne
    2. pulite tutte le zone interne
    3. pulite le zone masticatorie dell’arcata inferiore

Il movimento, effettuato con lo spazzolino manuale, si chiama “a rullo”, quindi una rotazione del polso verticale dalla gengiva verso il dente che va ripetuto per almeno 5 volte per ogni zona da detergere.

Per facilitarvi potete guardare il video che ho realizzato per spiegare al meglio come si usa lo spazzolino manuale nella pratica

Spazzolino manuale per i bambini

Essendo il movimento a rullo un movimento complesso che richiede una certa manualità è sconsigliato per i bambini al di sotto dei 14 anni, in questo caso il movimento consigliato è a cerchio.

bambini come usare lo spazzolino manuale

Movimento a cerchio

Quindi si fanno dei cerchietti a bocca chiusa per pulire tutte le zone esterne di entrambe le arcate in un unica volta, poi si passa orizzontalmente sulle zone masticatorie e infine si ripetono i cerchietti sulle parti interne dei denti a bocca aperta.

N.B. Nei pazienti con scarsa manualità, ridotta funzionalità manuale, causa infortuni o patologie o bambini che non riescono a raggiunge un buon livello di igiene con lo spazzolino manuale, viene sempre consigliato ad oggi lo spazzolino elettrico. Puoi approfondire leggendo il mio articolo su come si usa lo spazzolino elettrico, con un utile video tutorial.

Modelli di spazzolino e durezza delle setole

A mio avviso non è importante valutare uno spazzolino manuale per il design, come ad esempio la lunghezza delle setole, il colore o morfologia dello spazzolino, ma il fattore principale da prendere in considerazione è la qualità delle setole.

Uno spazzolino con un’ottima qualità delle setole ha una buona efficacia nella rimozione della placca senza andare a traumatizzare le gengive, indipendentemente della loro durezza.

Consiglio sempre uno spazzolino semplice con tutte le setole orizzontali e sullo stesso livello, esempi di spazzolini di ottima qualità che consiglio frequentemente sono:

  • Curasept Soft 017
  • Curaprox CS 3960
spazzolini con setole morbide consigliati

In questi casi nonostante la durezza delle setole sia morbida, essendo la qualità di termoformazione delle fibre estremamente elevata, lo spazzolino risulta poco traumatico sulle gengive dei denti e al contempo ha un’ottima efficienza ed efficacia nella rimozione della placca batterica.

Gli spazzolini duri ad oggi vengono completamente sconsigliati.

Spazzolini Manuali Speciali

Esistono anche altri tipi di spazzolini manuali molto utili che vanno utilizzati solo per determinate esigenze:

  • Spazzolino Ortodontico: è uno speciale spazzolino con una scanalatura centrale per poter spazzolare l’apparecchio. Modello consigliato CURAPROX CS 5460 ORTHO
  • Spazzolino Post-chirurgico: con le setole morbidissime che permette la detenzione delle zone che hanno ricevuto degli interventi chirurgici a partire dalla settimana successiva. Modello consigliato CURAPROX CS SURGICAL
  • Monociuffo: è uno spazzolino estremamente piccolo (un ciuffo) per permette la detersione nelle zone di più difficile accesso, come le zone retro-molari o intorno a gli impianti. Modello consigliato, CURAPROX CS 1006
spazzolini speciali

Hai domande? Se vuoi ulteriori informazioni puoi scrivermi anche da qui

Per informazioni compili e invii il modulo sottostante